Mulino Marello

Gli Antichi Mais Piemontesi

UNO SPAZIO ANTICO

Dedichiamo nella nostra azienda agricola alcuni piccoli appezzamenti alla coltivazione di antiche varietà di mais autoctone piemontesi come l’Ottofile Giallo, il Pignoletto Rosso ed il Nostrano dell’Isola. Sono varietà molto aromatiche coltivate nel passato fino a qualche decennio fa e poi abbandonate, preferendo la coltivazione di varietà maggiormente produttive. La resa per ettaro di granella di queste varietà infatti è molto esigua, attorno ai 25 quintali ettaro contro rese anche 4-5 volte superiori dei nuovi ibridi. Caratteristiche quali forma, colore, composizione aromatica sono molto differenti tra questi mais. Una differente colorazione dal giallo degli ottofile al rosso intenso del pignoletto indica una diversa percentuale di antociani, così come la dolcezza equilibrata del Nostrano Dell’Isola è sostituita nel Pignoletto Rosso da un sapore molto più persistente con qualche nota amarognola, mentre una sfumatura olfattiva quasi di margherita dell’Ottofile viene sostituita da una nota di papavero nel Pignoletto.

PIGNOLETTO ROSSO

La granella ha una forma rostrata, semivitrea di colore rosso intenso  con sfumature di arancione, la grandezza dei semi è piccola, le pannocchie presentano un numero variabile di ranghi che vanno dai 13 ai 22, la lunghezza  è media abbastanza standardizzata, si trovano però a volte esemplari molto allargate alla base e abbastanza corte come se fossero state schiacciate, la produzione media per ettaro con umidità  al 12% è intorno ai 25 quintali sia per quello rosso che per quello giallo.

OTTOFILE GIALLO

Così chiamato poichè presenta 8 ranghi (file di seme attorno al tutolo), la granella ha forma tondeggiante un po’ schiacciata, semivitrea, colore giallo intenso, presenti comunque anche piccole coltivazioni a granella rossa e ancora meno a granella bianca, la lunghezza del tutolo è media ma non è raro trovare anche pannocchie molto lunghe. La produzione media a ettaro con umidità al 12% è intorno ai 22 quintali per quello giallo e 15-18 quintali per quello rosso e bianco, il gusto della farina macinata per polenta è piacevole, forse la più rotonda e morbida tra tutti gli ecotipi piemontesi .

NOSTRANO DELL'ISOLA

Il nostrano dell’isola ha granella molto piccola, tendente alla rotondità, semivitrea, di colore giallo intenso con sfumature di arancione. Il tutolo, e quindi anche la pannocchia, è slanciato e a volte raggiunge anche 30 centimetri di lunghezza in alcuni esemplari. La forma è mediamente affusolata, il numero dei ranghi è variabile dai 12 ai 20, la produzione media per ettaro con umidità al 12% è intorno ai 16-18 quintali.

Mulino Marello