Mulino Marello

Cos'è la celiachia e come garantiamo i nostri prodotti "senza glutine"

19

mag
Le farine senza glutine, macinate a pietra, di Mulino Marello.

COS’È LA CELIACHIA

Come garantiamo un prodotto “senza glutine”

 

Il senza glutine non è una moda, è la terapia per la celiachia.
Questo è lo slogan della settimana della Celiachia che si concluderà il 21 Maggio, una settimana dedicata all’educazione alimentare, per vivere al meglio la dieta, indetta dall’ Aic, Associazione Italiana Celiachia.

Cosa è la celiachia?

La celiachia è un’intolleranza permanente al glutine presente negli alimenti. Il glutine è un complesso proteico presente in alcuni cereali, quali frumento, segale, orzo, farro, spelta, Kamut.

La principale proteina del glutine estratta dal frumento viene denominata gliadina.

Il consumo di questi cereali provoca una reazione avversa nel celiaco quando il glutine contenuto nel cibo entra in contatto, all’interno dell’organismo, con la mucosa intestinale. L’intolleranza al glutine genera gravi danni alla mucosa intestinale quali l’atrofia dei villi intestinali, quei ripiegamenti della parete intestinale a forma di piccole dita, che consentono di aumentare la superficie assorbente dei nutrienti presenti nei cibi.

C’è una cura?

Per iniziare a stare meglio è importante innanzitutto ricevere una corretta e veloce diagnosi di celiachia affidandosi ad un medico.

Per portare la celiachia ad uno stato di remissione dei sintomi, ad oggi, è necessario seguire la dieta senza glutine per tutta la vita.

L’incidenza della celiachia in Italia è di 1 persona su 100.

Ci sono normative a tutela del celiaco?

Le persone con intolleranza al glutine possono consumare alimenti naturalmente privi di glutine , come carne, verdure, cereali (come mais, riso, sorgo, grano saraceno, quinoa, amaranto, teff) e molto altri alimenti, oppure prodotti lavorati a patto che abbiano un contenuto di glutine inferiore a 20 ppm (20 mg/Kg), ai sensi del nuovo Regolamento di esecuzione (UE) n. 828/2014 della commissione del 30 luglio 2014 (Ex Regolamento CE 41/2009), che permette alle aziende di inserire in etichetta il cliam “senza glutine” Adatto ai celiaci.

Cosa sono le contaminazioni crociate?

Molto importanti sono le contaminazioni crociate esterne, ovvero un prodotto può essere naturalmente privo di glutine, come il mais ad esempio, ma essere lavorato in uno stabilimento che lavora anche frumento o derivati e quindi il mais che sarà commercializzato sarà contaminato da glutine, per cui non potrà essere consumato da chi soffre di celiachia. Questo vale per tutti gli altri alimenti.

Come lavora la nostra azienda ?

Nella nostra azienda coltiviamo e maciniamo solo cereali naturalmente senza glutine e controlliamo tutta la filiera; tutte le lavorazioni (dal taglio dei cereali con la trebbia, alla decorticazione, essiccazione, pulizia, selezionatura, macinazione e confezionamento) vengono effettuate all’ interno dell’ azienda con attrezzature prorie.

Questo ci permette di non avere contaminazioni dall’ esterno e garantire che le nostre farine abbiamo un contenuto di glutine inferiore ai 20 ppm. Ogni lotto di farina inoltre viene certificato “senza glutine” con appositi esami in laboratori accreditati dal ministero della salute.

ENTRA NEL NOSTRO SHOP ONLINE

Per informazioni o domande sulle nostre farine senza glutine scrivici su:

info@mulinomarello.it

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Comments are closed

Mulino Marello